Al netto dei recuperi e posticipi da disputare, si è concluso nel fine settimana l’andata della categoria. Andata che vede attualmente in vetta ai due gironi altrettante trevigiane: la Calorflex Oderzo nell’Est, nonostante la prima sconfitta stagionale; e The Team Riese nell’Ovest, grazie alla rocambolesca vittoria ottenuta in rimonta su Pizeta Express Carrè.

La formazione di Paolo Lorenzon (nella foto in ginocchio durante un time out il suo vice Pietro Battistella), è stata sconfitta per 66-50 sul campo di una Jadran Trieste sospinta dal solito Borut Ban “top scorer” della categoria nonostante la buona partenza (15-8 al 10′). “Faccio i complimenti allo Jadran, sono stati più bravi e più duri di noi. Mi dispiace per i tanti tifosi presenti. È bello avere un seguito così, vuol dire che stiamo facendo cose importanti. Oggi però a livello mentale e di atteggiamento siamo stati brutti: brutti perché non abbiamo voluto passarci la palla, brutti perché non ci siamo aiutati in difesa. Non parlo di mancanza di umiltà perché i ragazzi sono sicuro che ne hanno fin troppa. La colpa è mia, probabilmente non ho fatto capire bene l’importanza della partita e la durezza mentale e fisica che serviva per provare a portare via 2 punti da Trieste. Mi dispiace per i ragazzi che non hanno giocato o hanno giocato poco, ma dobbiamo metterci la faccia anche nei momenti meno belli. Ogni tanto una battuta d’arresto fa bene, questa sconfitta deve servirci per essere ancora più arrabbiati e decisi per la prossima partita”.

Oltre alla compagine della minoranza slovena, si sono portate a due lunghezze da Oderzo in classifica altre due squadre: Sistema Pordenone che, mettendo la freccia del sorpasso nella ripresa (grazie al 29-19 del terzo quarto), ha espugnato per 78-69 il campo della Gsi Group San Donà (tra i locali, in doppia cifra il terzetto Tuis 16, Cardazzo 15 e Coassin 10); e la Virtus Murano che invece, sospinta da un quartetto in doppia cifra (De Lazzari 18, Pinton 17, Segato 16 e Calzolari 12, nella foto il veterano Giacomo Sereni) e grazie ad uno strepitoso ultimo quarto (28-7), ha superato 82-74 in casa Cus Trieste. Terza squadra veneziana del Girone Est vittoriosa, la Secis Bc Jesolo, che a sua volta mandando quattro giocatori in doppia cifra (Sacchet 22, Bovo 18, Rosada 10 ed Edrouai 10) si è imposta nettamente per 90-68 a Codroipo.

Come anticipato in sede di presentazione, nel Girone Ovest si sono disputate soltanto due gare. The Team (Bisceglie 24 e Marini 19), come detto, si è imposta in volata per 86-85 su Carrè completando un’incredibile rimonta. I berici, sospinti da Crosato (22) e Clark (20), avevano condotto per quasi tutta la gara: 22-11, 40-32 e 65-56 i parziali in favore degli ospiti che hanno toccato il +17 al 33′ prima di subire la veemente e rocambolesca rimonta locale. Decisivo l’ultimo minuto: dopo aver rimesso il naso avanti a 50″, Riese (nella foto capitan Buratto) subiva il canestro di Chemello per il nuovo vantaggio degli ospiti, che non sfruttavano però due tiri liberi a disposizione (0 su 2 Filippini), e riusciva comunque a vincere grazie a Marini che recuperato rimbalzo in attacco e subito fallo trasformava entrambi i tiri dalla linea della carità.

Nell’altro match, valido per la parte bassa della classifica (nella foto), il Grifas Leoncino (Tonon 20, Marzaro 19 e Deganello 11) dopo una partenza-sprint (24-13) e nonostante un tentativo di allungo sul finire del terzo quarto ha avuto la meglio per 83-76 rivelandosi più lucido negli ultimi due minuti sulla Pulimac Verona (Bonci 18 e S. Bovo 17).