Rovigo, la parola al nuovo Capitano: Francesco Tiberio

0
77

Francesco Tiberio è il nuovo Capitano delle Pantere. La guardia rossoblù, classe ’94, miglior marcatore della storia del Nuovo Basket Rovigo, sostituirà dunque Marco Demartini che per scelte personali ha deciso di fare un passo indietro e non giocare in una impegnativa categoria quale è la Serie C Silver.
Tiberio ha iniziato a giocare con la divisa rossoblù quando NBR era ancora in Promozione. Era il 2015 e Tiberio ha da subito macinato punti, tanto da diventare uno dei migliori marcatori della Promozione del Veneto. La storia non è cambiata nemmeno in Serie D. Lo scorso anno, nonostante un lungo periodo di infortunio, Tiberio è stato il secondo miglior marcatore delle Pantere e ha contribuito in maniera determinante al secondo consecutivo salto di categoria e alla conquista del titolo regionale. Lunedì si dovrebbe iniziare (non è ancora arrivata la conferma degli orari palestre dal Comune, ndr) e Tiberio, scalpitante, suona la carica!
Francesco, cosa significa essere il nuovo capitano delle Pantere?
“E’ motivo di grande orgoglio e felicità. Spero di ricoprire questo ruolo nel modo più adeguato e di portare l’esempio a tutti coloro che verranno a vederci e sostenerci”.
Hai iniziato il percorso con NBR nella stagione 2015/16, quando eravate in Promozione. Ora siete in Serie C Silver e tu continui ad essere il punto di forza della squadra. Qual è il segreto?
“Dedizione, passione, spirito di sacrificio, duro lavoro e la voglia di spingersi sempre oltre i propri limiti”.
Quando hai iniziato l’avventura con NBR, avresti mai pensato di arrivare a giocare, con la stessa maglia, in Serie C Silver?
“No, non avrei mai pensato di arrivare a dove siamo ora. Non è stato un cammino semplice, ma vedere i propri sforzi ripagati, riempie il cuore di gioia. Ringrazio tutti coloro che nel corso di questi anni hanno speso il loro tempo e le loro energie affinché questo accadesse”.
Negli ultimi due campionati giocati, le Pantere si sono classificate al primo posto nel Veneto. Cosa dobbiamo aspettarci per la stagione 2022/23?
“Non sarà affatto facile. Diverse squadre si sono rinforzate con giocatori di categoria superiore e noi siamo neopromossi. Nonostante ciò, le Pantere giocheranno tutte le partite con la giusta carica e determinazione per portare a casa il risultato. Ogni partita sarà una battaglia”.
La squadra è stata riconfermata quasi totalmente, con diversi importanti rinforzi. Che impressioni hai sulla rosa di quest’anno?
“Più che positive, perché sono arrivati diversi nuovi giocatori, giovani ma con esperienza. Non ho dubbi su una loro rapida integrazione col gruppo. Spero che anche i ragazzi stranieri si troveranno bene e si adegueranno subito al nostro gioco. Tutti avranno modo di mettersi in mostra durante le due amichevoli pre-campionato. Non vedo l’ora di scendere in campo con loro”.
Cosa dirà il nuovo capitano ai suoi compagni di squadra in occasione del primo allenamento?
“Per prima cosa li abbraccerò tutti perché ho molta voglia di vederli. Poi cercherò di mettere a loro agio i nuovi arrivati e comincerò da subito a dare la carica come è mio solito fare. È necessario cominciare la preparazione con il piede e la testa giusti”.