Il turno infrasettimanale del campionato di serie B Old Wild West si è concluso con un bilancio complessivo di tre sconfitte e due vittorie per le cinque formazioni venete. L’ultima, ieri sera, è stata la sconfitta amarissima della Civitus Allianz Vicenza a Desio: 85-73 il risultato finale, dopo però che la formazione di Cesare Ciocca aveva toccato anche il +17 ad inizio ripresa (ne riferiamo dettagliatamente in coda). Ma già è alle porte un altro turno, quello della 12. giornata che si annuncia davvero “scoppiettante”! …

Si apre domani sera al PalaSaccon (ore 20.30), con la sfida tra la Belcorvo Rucker Sanve e lo Juvi Cremona: una sorta di “spareggio” per il terzo posto nel quale i bianconeri affrontano la miglior difesa del girone. Lo chiude, metaforicamente, domenica al PalaVega di Trivignano (ore 18) il “big-match” tra Gemini Mestre e UEB Cividale: di fronte, le due squadre che hanno fin qui dominato il girone; per la formazione di Andrea Ferraboschi, appena “detronizzata” dopo la sconfitta a Cremona (seconda nelle ultime tre gare), può valere l’immediato riaggancio alla vetta della classifica. Sempre domenica, però, si disputa anche il derby veneto tra la stessa Vicenza in cerca di un immediato riscatto e la Secis BCJesolo, reduce dal ritorno al successo dopo quattro stop consecutivi che ha conciso anche con la prima vittoria stagionale sul parquet del PalaCornaro. A Rubano infine, l’Antenore Virtus Padova, che ospita la Falconstar Monfalcone, deve assolutamente tornare alla vittoria se non vuole finire essere risucchiata sul fondo delle classifica: i neroverdi sono attualmente al penultimo posto, appaiati con Crema e quattro lunghezze sopra il fanalino di coda Bernareggio, ma avendo perso gli scontri diretti con entrambe.

Serie B: la corsa di Vicenza si ferma a Desio

AURORA DESIO-CIVITUS ALLIANZ VICENZA 85-73. Parziali: 15-22, 34-42; 62-63.
Desio: Mazzoleni 20 (7/12), Ivanaj 2 (0/4 da tre), Leone 22 (7/12, 7/11), Sirakov 3 (1/7, 1/5), 2 (1/2); Giarelli 12 (4/9), Molteni 16 (6/15, 3/10), Di Giuliomaria 8 (3/5, 2/4), Nasini (0/1 da tre), Gallazzi (0/1 da tre); Piarchak e Rossi NE. All. Ghirelli
Vicenza: Chiti 2 (1/2, 0/1), Bastone 9 (3/13, 1/2), Petracca 7 (2/9, 1/5), Mazzucchelli 19 (4/9, 1/5), Piccoli 11 (5/7, 1/2); Sebastianelli 4 (1/7, 1/5), Piccone 16 (6/11, 4/9), Rigon 5 (2/2); Cecchetti, Massignan e Basso Ne. All. Ciocca
Note. Desio: 29/72 al tiro, 13/36 da tre, 14/19 ai liberi. Rimbalzi: 41 (Mazzoleni 14): 31 dif. + 14 off. Assist 20 (Giarelli 5), palle rubate 4 (quattro giocatori), stoppate 3 (Mazzoleni 2), palle perse 8 (Molteni e Mazzoleni 2). Falli 18, Leone uscito per cinque falli. Vicenza: 24/73 al tiro, 9/29 da tre, 16/18 ai liberi. Rimbalzi 44 (Piccoli 11): 34 dif. + 10 off. Assist 7 (Petracca 3), palle rubate 3 (Chiti 2), stoppate 1 (Piccoli), palle perse 14 (Chiti 4). Falli 23, Rigon uscito per cinque falli.

La Civitus Allianz Vicenza si ferma a Desio: nel match infrasettimanale in terra brianzola, i biancorossi giocano un ottimo primo tempo, chiudendolo avanti di 8 lunghezze. Quindi, nella ripresa, i vicentini iniziano alla grande la ripresa, arrivando anche a +17, ma poi incassano un parzialone pesantissimo subendo quasi 50 punti in poco più di un quarto e mezzo, massacrati da una pioggia di triple della squadra di casa, che entra in ritmo e porta a casa la vittoria, complice una squadra berica rimasta anche senza Piccoli a partita in corso, oltre al lungodegente Cecchetti. Non bastano i 19 messi a referto da Mazzucchelli (nella foto) e i 16 di Piccone.

Ottimo primo quarto dei biancorossi: Vicenza mostra subito i muscoli contro la formazione di casa e in pochi minuti, con un canestro di un Petracca ritrovato in fase offensiva, si trova avanti di 10 lunghezze (5-15). L’Aurora fatica e non poco a rientrare, anche se una tripla di Leone permette alla squadra di casa di tornare fino a -5. Nel finale di quarto, a rimettere le cose a posto, ci pensano Mazzucchelli con una tripla e Rigon, che con i loro canestri riportano Vicenza a distanza di sicurezza: +7, 15-22, a fine primo quarto.

Nel secondo quarto Mazzoleni cerca di scuotere i suoi, ma Desio viene respinta nuovamente grazie alle invenzioni di Piccone e ad un Rigon che stasera a Desio è stato protagonista di una partita veramente positiva. Quindi sale in cattedra Piccoli: il centro finisce il primo tempo quasi in doppia doppia (11 punti e 9 rimbalzi) e contribuisce a mantenere quasi invariato il distacco tra le due squadre, con la Civitus Allianz che all’intervallo è ancora avanti 34-42.

La ripresa sembra seguire sulla falsa riga del primo tempo: una pesante tripla di Bastone ad inizio secondo tempo vale il +11. Desio non riesce a combattere la zona vicentina e i ragazzi di Ciocca hanno gioco facile: un parziale di 9-1 nei primi 4′ arrotonda il distacco. La squadra di casa si sblocca dopo più di 4′ di difficoltà con un tiro dall’angolo segnato da Di Giuliomaria. A quel punto, Vicenza perde la calma: due triple in rapida successione di Leone e Molteni, seguite da un fallo in attacco di Mazzucchelli, riportano la squadra di casa a 11 punti con la palla in mano. Vicenza, rimasta senza centri (Piccoli si è fermato nei primi minuti del terzo quarto a causa di un problema al ginocchio) si trova in difficoltà a rimbalzo e incassa due triple pesantissime da Di Giuliomaria e Leone, ritrovandosi Desio fino a -2 e in rottura prolungata; Vicenza attacca ancora male e incassa ancora una tripla di Molteni che vale addirittura il sorpasso. Manca la dovuta calma per affrontare questa situazione difficile, anche se in questa fase i ragazzi di Ciocca restano aggrappati alla sfida: Mazzucchelli si conquista due liberi per rimettere la testa avanti. I bluarancio adesso però sono in palla e Di Giuliomaria segna ancora dalla distanza; quasi sulla sirena gli fa eco Piccone, ma adesso Vicenza si ritrova avanti di solo una lunghezza di vantaggio prima degli ultimi 10′.

Vicenza con l’acqua alla gola perde anche Rigon per falli e si trova con il solo Petracca (gravato anche lui da quattro infrazioni) come lungo di ruolo. Ciocca si fa comminare un tecnico e Desio rimette la testa avanti con un libero segnato da Molteni: 64-63 dopo poco meno di 2′. A scuotere un po’ la Civitus è un ottimo Petracca, che sgomita sotto le plance di Desio e costruisce quattro punti dalla spazzatura, tenendo in vita Vicenza. Piccone da tre segna il -1, ma si tratta dell’ultimo sussulto berico: Molteni dall’angolo risponde immediatamente rimandando i suoi avanti 74-70, con Leone e Mazzoleni scatenati e che giocano a tutto campo indiavolati. La Civitus commette molti errori al tiro e Desio scappa, arrivando anche a +15 nel finale. Alla fine, la sfida termina 85-73 per la squadra di casa.

Una sconfitta, la quinta di questo campionato, arrivata un po’ inaspettatamente, contro una Desio rianimatasi improvvisamente nel secondo tempo. Ora però la testa deve subito cancellare questo ultimo quarto d’ora di partita per ripartire da quanto buono fatto nei primi 25 minuti: domenica si torna già in campo contro Jesolo e Vicenza dovrà vincere! Forza ragazzi!

Da: Pallacanestrovicenza2012.it