VEGA MESTRE 86
GUERRIERO PADOVA 81
Con una prova di immenso carattere ed infinito cuore il Vega Mestre supera l’Unione Basket Padova per 86-81, interrompendo così la striscia di 7 sconfitte consecutive e staccando il fondo della classifica, occupato proprio dai patavini, di 4 punti.
Una gara caratterizzata dalla superlativa prova di Mauro Pinton, autore di 23 punti con 6/9 da 3, 6 assist e 30 di valutazione, capace di guidare il Vega con tutta la sua esperienza ed il suo sangue freddo a cui si unisce la grande prestazione di Nicolò Rinaldi, che nel quarto periodo ha trascinato i padroni di casa con 11 punti uno più pesante dell’altro.
È stata in ogni caso una vera vittoria di squadra, che nel momento più importante della sua stagione falcidiata dagli infortuni e degli acciacchi ha saputo fare quadrato ed avere la meglio su un avversario galvanizzato dalla vittoria di settimana scorsa contro San Vendemiano capace di mettere in campo tanta energia, riuscendo anche a trovare il vantaggio in doppia cifra prima di subire la rimonta biancorossa.
La gara si apre proprio nel segno di Padova, che grazie alle triple di Chinellato e Cecchinato scappa subito sullo 0-8 costringendo coach Volpato al timeout dopo soli 2’ di gioco. Ci pensano Salvato e Pinton dall’arco a rimettere in equilibrio la contesa, (10-10), con proprio il 13 di casa a mettere a segno tre bombe che tengono Mestre sempre a contatto alla fine del primo parziale (22-25).
Dopo il mini-break Padova prova nuovamente a lasciare al palo i padroni di casa, con Mestre a secco nei primi 3’ del secondo quarto a scivolare fino al -10 (22-32), ma è proprio dopo il timeout chiamato da coach Calgaro che il Vega mette il piede sull’acceleratore senza più voltarsi indietro: la schiacciata di Spatti infatti da il via ad un break di 18-2 in cui Mestre alza nettamente il livello difensivo ed appoggiandosi al solito Pinton, a Rinaldi e a Segato chiude la prima metà si partita sul 40-34. L’intervallo lungo sembra aver levato un po’ di spinta al Vega, con Padova che prova a rimettersi in pari arrivando fino al -3 (47-44), ma trovando nuovamente equilibrio in difesa ed in attacco Mestre torna sul +10 con Pinton prima che Bruzzese Del Pozzo, sulla sirena, riporti il distacco sotto la doppia cifra (60-53).
Con Dal Pos claudicante, Fazioli e Spizzichini in campo per miracolo, Spatti e Salvato ormai sulle ginocchia Mestre inizia a sentire la fatica di un periodo in cui anche allenarsi è diventato davvero complesso, ma sono Segato e Pinton a dare nuova energia al Vega con le triple che valgono il +11 (66-55), preludio dello show personale di Nicolò Rinaldi che a metà dell’ultimo parziale si carica la squadra sulle spalle e mette a segno 7 punti consecutivi che tengono una mai doma Padova a distanza di sicurezza (73-66).
La partita si fa incandescente a causa di un paio di fischi dubbi e Padova ne approfitta per rientrare fino ad un possesso di distanza grazie alla tripla di Campiello (79-76) negli ultimi 2’ di gioco, ma ancora una volta Mestre reagisce con Dal Pos a segnare su una gamba sola una tripla di importanza devastante (82-76), vanificata però dalla bomba di Bruzzese Dal Pozzo (82-79). Mestre sbaglia e Padova ha la palla per il pareggio, ma Rinaldi tira già il rimbalzo più importante della partita affidando la palla a Dal Pos, che dalla lunetta non sbaglia a 20” dalla fine (84-79). Padova sbaglia ancora, stavolta è proprio Dal Pos a sfidare i segnali inviati dal suo corpo e catturare il rimbalzo che chiude la partita dopo il secondo 2/2 dalla lunetta.
Finisce 86-81, l’urlo dei grifoni riecheggia nel PalaVega scacciando via la serie di sette sconfitte consecutive e dando nuovo ossigeno alla truppa di coach Volpato.
VEGA MESTRE: Dal Pos 13, Volpato ne, Spatti 11, Maran 4, Segato 5, Pinton 23, Gomirato, Rinaldi 17, Rampado ne, Salvato 3, Fazioli 4, Spizzichini 6. Coach: Volpato.
GUERRIERO PADOVA: Bombardieri 2, Zocca 3, Tognon ne, Chinellato 11, Cecchinato 13, Borsetto 3, Coppo ne, Mamoudou 5, Cazzolato 9, Andreaus 2, Bruzzese 14, Campiello 19.
Coach: Calgaro.
NOTE: parziali 22-25, 40-34, 60-53. Per Mestre 16/19 ai liberi, 17/26 da due, 12/31 da tre. Padova: 22/30, 16/32, 9/30. Rimbalzi 34-39.
Da Pagina Facebook: Basketmestre1958