FONDAMENTALE IL GIOCO DI SQUADRA NELLA LOTTA ALLA PANDEMIA

L’Unione Basket Padova lancia la campagna social #Protection, insieme contro il Covid

L’Unione Basket Padova è stata una delle società italiane più colpite dal Covid. Dopo un paio di positività rilevate lo scorso ottobre subito dopo il derby con la Virtus Padova nel secondo incontro di Supercoppa Centenario della Serie B Old Wild West, il virus è tornato circolare all’interno del gruppo squadra tra fine novembre e inizio dicembre con l’inizio del campionato, mettendo fuori causa quasi tutto il roster del Guerriero UBP.

STOPPATI. La squadra, guidata da coach Giuliano Calgaro, ha fatto appena in tempo a disputare la prima giornata di Serie B (peraltro senza tre giocatori risultati positivi prima della gara interna contro Vicenza) per poi fermarsi per oltre un mese (nessuna partita giocata) di fronte alle numerose positività registrate tra atleti e staff tecnico. Un lungo stop obbligato che ha segnato il difficile avvio nel torneo dell’UBP, inducendo al contempo anche a muovere una serie di riflessioni. Nonostante la società abbia seguito i protocolli alla lettera, il Covid si è dimostrato un virus subdolo, capace di insinuarsi tra le pieghe, senza lasciare tracce visibili. Ecco perché non è mai ammesso abbassare la guardia: abbiamo imparato sulla nostra pelle quanto importanti ed efficaci possano essere le misure di prevenzione e protezione individuali come il distanziamento sociale, il lavaggio frequente delle mani e le mascherine.

PROTEGGIAMOCI. L’Unione Basket Padova lancia la campagna social “Protection” che vede nelle vesti di testimonial proprio i suoi giocatori (nella foto di Eleonora Pavan il capitano Davide Andreaus), assieme ai membri dello staff tecnico, composto da coach Calgaro, il vice Alberto Garon e il preparatore fisico Alessandro Carraro, e al direttore sportivo Ferdinando Mozzo. Il messaggio, esplicitato dallo slogan “Proteggiamoci” e dalla frase in inglese “Protect and save yourself and others” ripresa nel video-promo dell’iniziativa, è che la lotta al virus continua anche ora che ha preso il via la prima fase della campagna di vaccinazione. È fondamentale adottare ancora tutti i sistemi protettivi per proteggere se stessi e gli altri dal Covid. «Tenere la mascherina, lavarsi le mani e rispettare la distanze sono comportamenti che ormai dovrebbero scattare in automatico», osserva Antonio Vendraminelli, presidente dell’Unione Basket Padova«Purtroppo c’è chi ancora non lo ha capito, arrivando anche a negare l’esistenza del virus. Dobbiamo seguire le prescrizioni e avere fiducia nella scienza, solo così possiamo sperare di tornare il prima possibile alla “normalità”. Anche il basket si trova in grande difficoltà davanti alla pandemia, ma questa partita va vinta ancora una volta tutti insieme con il gioco di squadra».

TESTIMONIAL UBP. Davide Andreaus, Nicola Bombardieri, Marco Borsetto, Filippo Bruzzese Del Pozzo, Andrea Campiello, Nicolò Cazzolato, Giacomo Cecchinato, Eros Chinellato, Matteo Coppo, Daniele D’Andrea, Mamoudou Dia, Mattia Di Falco, Edoardo Scattolin, Alessandro Tognon, Andrea Zocca.