Supercoppa Centenario: la Tramarossa stende Imola 70-62 e approda in semifinale

TRAMAROSSA-ANDREA COSTA 70-62. Parziali: 20-25, 16-9 (36-34); 11-12 (47-46), 23-16
Vicenza: Cernivani 10 (4/13, 1/5), Bastone 8 (4/8, 0/1), Corral 8 (3/11, 2/4), Petracca 5 (2/4, 1/3), Hidalgo 20 (9/12, 2/3); Piccoli 6 (3/5), Chiti 7 (3/13, 1/8), Zampogna 6 (1/5, 0/3); Owens, Sequani, Visentin e Contrino NE. All. Ciocca
Imola: Sgorbati (0/5), Fultz 12 (5/14, 2/8), Corcelli (2/7, 0/4), Quaglia 5 (2/8), Preti 19 (5/11, 4/7); Fazzi, Banchi (1/7, 1/6), Morara 6 (3/4), Alberti 2 (1/2, 0/1), Toffali 10 (4/13, 0/4); Zanetti NE. All. Moretti
Note. Vicenza: 29/71 al tiro, 7/27 da tre, tiri liberi 5/9. Rimbalzi 51 (Corral 17): 40 dif. + 11 off. Assist 16 (Hidalgo 7), palle rubate 6 (Chiti e Zampogna 2), stoppata 1 (Corral), palle perse 15 (Hidalgo 4). Falli 16. Imola: 23/71 al tiro, 7/30 da tre, 9/18 ai liberi. Rimbalzi 46 (Corcelli 9): 33 dif. + 13 off. Assist 7 (Corcelli 4), palle rubate 6 (sei giocatori), stoppata 1 (Toffali), palle perse 10 (Sgorbati e Fultz 3). Falli 17, Toffali uscito per cinque falli.

La Tramarossa Vicenza è in semifinale di Supercoppa Centenario! Con una grande prestazione del collettivo, specialmente in fase difensiva, i biancorossi di Ciocca hanno la meglio dell’Andrea Costa Imola per 70-62 e volano in semifinale. Adesso, ad attendere i biancorossi, ci sarà la Vaporart Bernareggio, vincente nel primo quarto di finale contro l’Olimpo Basket Alba. La partita sarà in diretta su Youtube (canale LNP Tv) e sul MS Sport, canale disponibile sia su digitale terrestre (frequenza LCN675) che su Sky al canale 814.

Contro Imola, la sfida è segnata da percentuali basse (Vicenza chiude con un 41% complessivo, Imola con appena il 32%) e così a farla da padrone sono le difese di entrambe le squadre, capaci di mettere sotto pressione gli attacchi e di bloccare la sfida nel punteggio. Ne approfitta Corral, che troneggia sotto canestro con la bellezza di 17 rimbalzi.

Subito Vicenza dimostra di non avere alcun timore reverenziale verso un’avversaria più quotata e dai nomi maggiormente altisonanti. Ciocca sceglie Petracca al posto di Chiti in quintetto e il leccese ripaga subito la fiducia del tecnico di Treviglio trovando la tripla del 10-7 per tentare di spezzare l’equilibrio. Un paio di palle perse impediscono a Vicenza di scappare nel punteggio e alla fine Imola ringrazia, prendendo l’inerzia della sfida con i tiri da fuori di Preti e andando decisamente in vantaggio. Il primo quarto si chiude 20-25 in favore dei romagnoli.

L’Andrea Costa tenta la fuga e arriva, nel secondo quarto, ad avere nove lunghezze di vantaggio sul 25-34. Banchi e Preti tentano di portare il vantaggio in doppia cifra, ma il ferro sputa le due conclusioni dei romagnoli. Vicenza però non fa sconti: Ciocca riorganizza la squadra, dando il via alla zona in difesa.I biancorossi in un amen recuperano il distacco con un parzialone di 11-0 segnato dalle scorribande di Chiti e Hidalgo, vero trascinatore offensivo della squadra con 20 punti e 7 assist a referto. All’intervallo, la Tramarossa conduce 36-34.

La sfida resta in bilico anche nelle prime battute del secondo tempo: Imola torna sotto, guidata ancora da Preti e da un ritrovato Fultz, che dopo un primo tempo sottotono prende in mano le operazioni offensive della squadra romagnola. Vicenza soffre, finisce sotto anche di cinque lunghezze, ma riesce a rimettere la testa avanti nel finale di terzo quarto, giusto in tempo per la sirena finale. E, proprio quando ci si aspetta un finale punto a punto, sul filo del rasoio, la Tramarossa scappa: le maglie in difesa si stringono ulteriormente, costringendo Imola a cercare tantissimi tiri forzati; Piccoli si erge monumentale in difesa al centro del pitturato, bloccando Quaglia e Sgorbati, mentre in fase offensiva sono Nicola Bastone (nella foto di Riccardo Dalle Rive, fotografo della società) e Cernivani a trovare il fondo della retina per allargare il gap e dare a Vicenza la vittoria. Imola nel finale si affida a Toffali, ma ormai la spia della riserva per i romagnoli è accesa da un po’ e la sfida è meritatamente di Vicenza, che conquista il successo per 70-62.

Una bella vittoria, di squadra, voluta con cattiveria e agonismo, che proietta la Tramarossa tra le prime quattro d’Italia nella competizione. Ora, per i biancorossi, alloggiati al Grand Hotel Bologna a Pieve di Cento, qualche ora di riposo, prima di tornare in campo alle 12:30 contro la Vaporart Bernareggio degli ex Quartieri e Aromando, per cercare di raggiungere la finale, che sarà contro la vincente tra Rieti e Nardò.

Forza Vicenza!

Edoardo Ferrio

Ufficio Stampa Pallacanestro Vicenza 2012