Basket Pieve ’94 schiaccia … il Covid-19

0
486

Tre settimane di allenamenti individuali e una (questa in corso) introducendo anche gli allenamenti di gruppo (con un massimo di 12 ragazzi a turno), per un centinaio di atleti dai 10 ai … 30 anni impegnati in quasi 200 sedute e 160 ore a sudare sotto i canestri del palasport di Pieve di Soligo. Questi i numeri della “ripresa” del Basket Pieve ‘94 post-Covid19, partita lo scorso 15 giugno e sostenuta da tre allenatori, due istruttori e una quindicina di “vigilanti” ovvero dirigenti e genitori che hanno permesso la stretta osservanza dei decreti ministeriali in materia e, soprattutto, dei protocolli della Federazione Pallacanestro.

E non è finita, perchè da lunedì prossimo 13 luglio, il Basket Pieve ‘94 “riapre” per tre settimane anche al Minibasket ovvero alle attività ludico-motorie dedicate ai bambini dai 6 ai 10 anni.

Una “ripresa” caldeggiata dai genitori, ma che è stata subito accolta con entusiasmo e passione dagli allenatori e dagli istruttori di Minibasket (nella foto in allegato), al lavoro nelle scorse settimane anche dalle 9 del mattino sino alle 9 di sera per cercare di dare spazio agli allenamenti individuali di tutti i ragazzi. Un attaccamento alla pallacanestro e al movimento pievigino che ha lasciato quasi senza parole lo stesso presidente Rino Cesca.

Devo essere sincero – ammette il numero uno del Basket Pieve ’94 – non me l’aspettavo una risposta di queste dimensioni da parte dei ragazzi e dei nostri allenatori e istruttori, dimostratisi desiderosi di tornare a faticare e a divertirsi in palestra oltre ogni previsione. Ovviamente tutto questo, viste le norme in atto, non sarebbe stato possibile senza la collaborazione dei genitori, puntuali e rigorosi nel trasformarsi in vigilanti,  armati di termometro ad infrarossi, certificati medici e autodichiarazioni, come richiesto dal Protocollo della Federazione Italiana Pallacanestro. A loro un caloroso ringraziamento da parte del consiglio direttivo: con queste risorse umane possiamo affrontare serenamente le prossime sfide che attendono la nostra Società, nella speranza di schiacciare definitivamente il Covid19“.