CIA: Alessandro Frigo in Serie B

0
26

Il CIA di Roma, nonostante la particolare stagione vissuta, ha deciso di dare un segnale forte al movimento cercando, per quanto le liste potessero assorbire, di mantenere delle promozioni nelle categorie. Così fra i 12 nominativi selezionati in tutta Italia per l’approdo alle categorie nazionali, l’ha spuntata il nostro Alessandro Frigo!

La valutazioni dell’Organo Tecnico di Serie C, coordinate dal Responsabile Maurizio Pascotto, hanno evidenziato una rosa di tre nomi papabili per un possibile passaggio al campionato superiore. Il Settore Tecnico Nazionale, sulla base dei rapporti e delle schede di valutazione, ha quindi selezionato fra i 40 nominativi proposti a livello nazionale Alessandro Frigo.

Alessandro, classe 1996, nato a Soave (VR) e residente a Montagnana (PD), è approdato nella stagione 2015/2016 in Serie C. Si è sempre distinto per la grande conoscenza del gioco e della tecnica dimostrata, ha lavorato duramente sulla sua crescita personale e sulla sua personalità scalando di anno in anno posizioni nella classifica di C. Quest’anno oltre alla laurea in Fisioterapia ha conquistato Osservatori e Istruttori che lo definiscono un soggetto dalle “enormi potenzialità” con “ottima presenza e personalità”, “sicuro, maturo e preparato”, “consistente e autorevole”.

Lasciano la serie B Cristiano Giusto e Matteo Semenzato che per anni sono stati fra le colonne portanti del nostro Gruppo di Serie B. Entrambi con il 30 Giugno hanno dovuto, a causa dei limiti d’età, lasciare il campionato nazionale.

Per entrambi la carriera arbitrale ha regalato tante esperienze, emozioni e soddisfazioni che Cristiano e Matteo porteranno sempre con loro.

Arbitrare un campionato nazionale per anni significa girare tutta l’Italia, conoscere persone, luoghi, ambienti diversi, colleghi e campi diversi, vivere esperienze che quotidianamente ti riaffiorano e che ti costruiscono e ti formano. Ma non solo, arbitrare un campionato nazionale significa rappresentare la tua regione, il tuo gap, portarlo in tutta Italia, dare lustro al nostro movimento e Cristiano e Matteo lo hanno sempre fatto con serietà, qualità e professionalità e questo ci rende molto orgogliosi del loro percorso.

Complimenti, congratulazioni, bravi ma soprattutto grazie per tutto quello che hanno dato al nostro movimento e che speriamo vogliano e possano mettere a disposizione della nostra regione e dei nostri ragazzi più giovani.