Nel girone Verde, SanBo fa 13 (su 13)! Nel Blu, Alvisiana e Spinea chiudono l’andata appaiate in vetta. In coda, vincono Cittadella che Schio.

0
64

Una squadra sola al comando… anzi tre! Nel girone Verde, l’Atv San Bonifacio ha fatto 13! La formazione di Matteo Zappalà (nella foto l’esultanza a fine gara), aggiudicandosi per 79-56 anche il derby veronese sul campo della XXL Pescantina, chiude da imbattuta il girone d’andata potendo vantare ben sei lunghezze di vantaggio sulla sua più diretta inseguitrice. Che è poi un’altra veronese: i Buster, nell’ultimo turno vittoriosi soltanto in volata e di stretta misura per 71-70 a Vigodarzere (tra i locali, Vettore 14 con 5/6 da tre e Tognon 10; tra gli ospiti, Cordioli 15, Tagliareni 11 e Fazioni 10).

Al terzo posto, invece, sono appaiate Argine Vicenza e Kings Service Mestrino vittoriose nei rispettivi derby provinciali. I “green”, nelle cui fila uno dei tre in doppia cifra (con Ronzani 19 e Mezzalira 10) è risultato con 12 punti Ivan Spasov alla sua ultima partita stagionale (fino a giugno farà un viaggio di studio in Russia), dopo una gara di rincorsa sono riusciti a spuntarla in volata per 84-78 sul campo del LeoBasket 98 Lonigo (tra i locali, Quadrelli 25 e Scala 20). Mestrino (Salvato 21, Cappellari 11), che sabato prossimo ospiterà proprio i Buster, invece, ha centrato la sua ottava vittoria consecutiva battendo d’autorità in casa per 79-64, grazie a ben 13 triple, il Cus UniPd (tra gli universitari, Antonelli 14 e Raffaele Guarini 11).

Nel girone, si sono disputati anche altri tre derby. Nel Vicentino, la “sorpresa” è arrivata dal fanalino di coda Concordia Schio che , al termine di una gara ad alto punteggio finita 101-99, ha centrato la sua prima vittoria stagionale sul campo del Kialab Araceli. Nel Padovano, invece, Bc Solesino 1975 (Gasparello 21, Siviero 13 e Contessa 12) si è imposto d’autorità per 75-56 sul campo della Pro Pace Crm (Viaggi 12, Garbo e Sandrin 10) mentre la sfida tra Usmi e Redentore Este (Moro e Riccardo Guarini 13, Ianno 12) si è risolta soltanto in un convulso finale ed al supplementare con la vittoria dei locali 68-67 (Boaretto 17, Hueber 12).

Nel girone Blu, invece, hanno chiuso l’andata appaiate in vetta le due veneziane Us Alvisiana e Deiron Spinea (+4 sulla terza classificata). La prima si è aggiudicata per 72-58 la stracittadina con Riviera (tra i locali, i due Nicolò Vianello entrambi in doppia cifra, 19 e 15 punti); mentre l’altra si è imposta per 79-51 sul campo della Cu.ri.ss. Istrana. Al terzo posto solitario, così, resta Cavallino Tre Porti che al palasport Azzurri d’Italia, nonostante le assenze di Conte e Davanzo (ma con un Costa da 22 punti, ben supportato da Toffolo, Andreoni e Ragazzi, 13 punti il primo e 12 a testa gli altri due), si è imposto per 81-60 sul Priula 88 (Camisotti 16, De Marchi 12 e Forlico 11) mettendo da subito le cose in chiaro (23-10 al 7′).

In questo raggruppamento, però, degna di nota la vittoria ottenuta ieri sera a chiusura del turno dal Cittadella nello spareggio-salvezza espugnando Castelfranco (93-82). La squadra della “città murata” (Dainese 21, Corredig 19 e Tosetto 13), battendo la Revolution (Concina 30, Bragagnolo 20), ha riagganciato al penultimo posto un gruppo di altre quattro squadre. Tra queste, detto del Riviera (che mercoledì sera recupera in casa con Litorale Nord la gara del 10. turno) e del Priula 88, c’è anche l’altra trevigiana Valdobbiadene (Rossetto 24, Prosdocimo 18 e Tosi 15) uscita sconfitta per 64-56 – dopo un primo tempo in equilibrio – dal campo dell’altra padovana La Fonte Buv (tra i locali, Lazzarin e Salmaso 13). Appena due punti sopra il Sita Paese, che si è imposto in casa per 61-52 sulla Bassani Fiamma (tra i locali, Grani 14 e Schiavon 13) mentre nel derby della Marca Trevigiana il Tre Ponti Silea vittorioso per 69-63 a Motta di Livenza ha agganciato i “cugini” al 7° posto in classifica.