Nel girone Verde, SanBo continua la sua marcia inarrestabile (8 su 8); nel Blu, balzano in vetta i Bears Spinea.

0
29

Una conferma ed una novità in testa alla classifica dei due gironi della categoria.

Nel Verde, infatti, l’Atv San Bonifacio continua la sua marcia imbattuta in vetta alla classifica (8 vittorie su 8). La formazione di Matteo Zappalà (Damiani 19, Mignolli 12) si è imposta per 70-61 anche al “PalaLaghetto” di Vicenza contro la Kialab Araceli. I veronesi domenica prossima, nella loro seconda trasferta consecutiva, affronteranno lo scontro di vertice a Solesino.

Il Basket Club 1975 (Perez Hernandez 18 e Zulian 16, nella foto), infatti, si è confermato al 2° posto vincendo per 74-63 il derby “della Bassa Padovana” sul campo del Redentore Este (tra i locali, Riccardo Guarini 20) di fronte ad una grande cornice di pubblico. Terza in classifica è l’altra squadra padovana composta dagli universitari del Cus che, con un terzetto in doppia cifra (Berto 14, Raffaele Guarini 11 e Schiavon 10), ha battuto in casa per 65-50 il LeoBasket 98

In questo girone, dove il Concordia Schio battuto in casa dalla Pro Pace Crm (Viaggi 27 con quattro triple) resta al palo, ben sette squadre sono concentrate nello spazio di appena due punti: tra queste, i Buster Verona che aggiudicandosi per 66-60 lo scontro diretto con Nuovo Argine hanno agganciato i vicentini a 10 punti; e due punti più sotto, insieme alle citate Araceli, Lonigo e Pro Pace, anche le altre due padovane King Service Mestrino ed Usmi. L’una (Cappellari 22 con quattro triple, Bergamin e Girotto 13, Bianco 11) si è imposta con facilità per 78-62 sull’XXL Pescantina; l’Usmi (Bosisio 18, Bruno 17 e Hueber 15), invece, si è aggiudicato l’altro derby padovano espugnando per 70-61 Vigodarzere (tra i locali, guidati in panchina da Niero e De Nicolao dopo le dimissioni di coach Bettella, Vettore 18 con quattro triple).

Nel girone Blu, invece, c’è stato appunto un avvicendamento in testa. La Deiron Spinea, vincendo nettamente a Valdobbiadene (61-38) ed approfittando della contemporanea battuta d’arresto casalinga dell’Us Alvisiana nel derby con Cavallino Tre Porti (60-64), ha scalzato dalla vetta proprio i veneziani di Cannaregio (che, però, martedì 3 dicembre devono recuperare il match sul campo di Paese).

In questo girone, sono addirittura otto le squadre racchiuse in due soli punti, di cui cinque al 2° posto. Tra queste, oltre alle già citate, la terza veneziana Bassani Fiamma: che, con cinque giocatori in doppia cifra (Cipolato 17 miglior marcatore), si è imposta per 85-74 sul campo del fanalino di coda Cittadella (cui non sono bastate le due prove da “doppia doppia” del play Chemello e del pivot Tosetto, con 22 punti e 20 rimbalzi l’uno e 11 punti più altrettanti rimbalzi l’altro) e giovedì sera potrebbe riagganciare la vetta, ospitando nel recupero Valdobbiadene. Insieme ai veneziani: la Cu.ri.ss. Istrana, che ha espugnato il campo del Riviera per 92-84 dopo un tempo supplementare (68-68 al 40′); e la padovana La Fonte Buv (Salmaso 19, Lazzarin 17, Cassol 16) che con la Revolution Castlefranco, invece, dopo una gara condotta a lungo si è imposta per 86-85 soltanto grazie ad una tripla da otto metri allo scadere di Pozzi.

I due derby trevigiani del turno, infine, sono stati vinti entrambi dalle squadre che giocavano in casa: Motta-Priula 88 (82-53); Tre Ponti Silea-Sita Paese (58-48).