A cavaliere della metà del girone di andata (si è disputata nel fine settimana il 7. turno), la Gemini Murano resta in vetta da sola. La formazione di Andrea Ferraboschi ha centrato il suo sesto successo consecutivo aggiudicandosi per 73-58 il derby veneziano con il Gruppo SME Caorle. I locali, con un superlativo Palavra sempre più “top scorer” della categoria con 35 punti (5/6 da due, 5/13 da tre ma soprattutto 10/12 ai liberi, indice di tutta la sua pericolosità) e 37 di valutazione più Cresnar da “doppia doppia” (11 punti e 10 rimbalzi), è riuscita a rompere l’equilibrio del primo tempo con un parziale di 24-13 nella terza frazione.

Al secondo posto, da sola ma delusa, resta la Sporting Club Oderzo sconfitta di stretta misura al PalaOpitergium (74-75) per mano della Secis Bc Jesolo che, sospinta da un quartetto in doppia cifra (Favaretto 16, Matteo Maestrello e Busetto 14, Torresi 10), ha sempre fatto l’andatura. Ai locali, invece, non è bastato un Venturelli praticamente perfetto al tiro: 21 punti con ¾ da due, 4/4 da tre e 3/3 in lunetta.

Dietro, invece, un gruppetto di ben cinque squadre a otto punti. Tra queste: The Team che, con Cappelletto e Bevilacqua sugli scudi (27 e 23 punti, con 4/8 e 4/5 da tre rispettivamente, aggiungendovi 5 assist il primo e 10 assist il secondo), ha inflitto la terza pesante sconfitta nell’arco di una settimana (95-75, -20) all’ex capolista Winner Plus Pordenone. A margine di quest’incontro, tra l’altro, la notizia della rescissione consensuale tra l’ala grande italo-argentina Damian Buscaino e la formazione pordenonese. Ed insieme ai trevigiani, altre tre squadre vittoriose nel turno: la Guerriero Ubp che, pur faticando, grazie alle “seconde linee” (i giovani Tognon e Bruzzese Del Pozzo, nella foto, in doppia cifra con i tre “big” Andreaus, Chinellato e Campiello) ha centrato la terza vittoria consecutiva – intervallata però dal turno di riposo – contro un mai domo Montelvini Montebelluna (gli ospiti, avanti a lungo, si sono arresi ad un paio di minuti dal termine quando è stato espulso Jovancic, 19 punti); la sorprendente Orange1 Oxygen (Agmabu 26 punti con 12/15 da due e 8 rimbalzi), che ha “matato” per 75-67 anche l’ambiziosa ma discontinua Calligaris Corno di Rosazzo (Macaro 27); e lo Jadran Trieste (Ban 22 e Skerbec 18), che si è imposto per 74-70 sul campo della Vetorix Mirano (Ricky Serena 17 e Vit 16). Ed il prossimo turno propone proprio Corno-Ubp e Jadran-Bassano…

Davvero ricco di emozioni, perfino supplementari, lo spareggio di bassa classifica tra With-U Verona e Bam. La formazione termale di Alberto Anselmi (Benfatto 28) si è imposta, appunto dopo un tempo supplementare, per 79-77 avendo fatto più a lungo l’andatura nel corso del match ma rischiando (e non poco!) nel finale dei 40′: la “Cesta” (Pacione 17), che resta così ora ultima da sola, ha recuperato infatti dal -7 al 36′ (59-66); impattando con la tripla di Bordato a 54” dalla sirena (68-68) e fallendo poi (con Bolcato) il tiro per la possibile vittoria.