SERIE B: Imbattute in testa, dopo la quarta giornata, le due venete Rucker Sanve e Virtus Padova.

0
47

Proseguono a braccetto, pur in coabitazione con Bernareggio (e in attesa che questa sera Lecco completi il quadro del turno…), le due venete in testa alla classifica del girone B di serie B. Rucker Sanve ed Antenore Energia Virtus Padova restano imbattute dopo il turno infra-settimanale valido per la 4. giornata di campionato.

La Rucker Sanve di Marco Mian si è imposta nettamente al “PalaSportSystem” per 81-53 sulla Tramarossa Vicenza, nel primo derby regionale della stagione (domenica alle 18 si replica, ed anzi “bissa”, con l’attesissimo Vicenza-Padova e con Mestre-San Vendemiano riedizione della finale di C Gold della stagione 2017-18). La gara si è messa ben presto in discesa per i trevigiani, che dopo il 4-4 in avvio hanno piazzato un micidiale parziale di 16-0 chiudendo poi la prima frazione sul 26-14: tra i locali, degne di note le prestazioni della guardia cittadellese Luca Toniato, miglior marcatore con 17 punti, e del centro padovano Jacopo Vedovato che ha segnato 8 punti e dominato ai rimbalzi (ben 11). I berici, che pure nella seconda frazione si erano riavvicinati a -5 (28-23), perdevano ben presto il… filo: la tripla di Tassinari sul finire del primo tempo, infatti, tracciava quel “solco” (42-27) con cui la gara era già segnata. 

Ben più sofferto, e proprio per questo ancor più esaltante, è stato il successo dell’Antenore Energia Virtus al “PalaBlasetta” di Vigevano. Laddove a maggio scorso si erano infranti i suoi sogni play off (con il canestro di Filippini, ora passato sulla sponda vigevanese, ritenuto oltre la sirena) la formazione di Daniele Rubini si è riscattata con identica moneta: un successo per 68-66 grazie al tap-in sulla sirena di Corrado Bianconi. La gara fin lì era stata molto combattuta, pur con continui saliscendi di punteggio ed emozioni: i padroni di casa partivano forte (6-0) ma Michele Ferrari, alla fine miglior marcatore dell’incontro con 20 punti (8/11 dal campo e ¾ ai liberi), e Piazza impattavano. Nella seconda frazione, sfruttando la profondità della propria panchina, Padova allungava con Bianconi sul +8 (37-29) prima della tripla locale allo scadere di Passerini. Nella ripresa, però, dopo cinque minuti di equilibrio era Vigevano a provare l’allungo sul +7 (55-48); l’Antenore Energia Virtus non sbandava: grazie alla zona 3-2 “match-up” e due triple dei lunghi Morgillo e Ferrari, riagguantava la parità al 33° (57-57) e poco dopo rintuzzava un nuovo tentativo di allungo dei locali (+6) dalla lunetta con De Nicolao (½) e Ferrari (2/2 per il 64-64). Per la Virtus Padova, tra l’altro, un successo che arriva dopo quello già ottenuto domenica in casa con Pavia, l’altra grande favorita di questa stagione. Se son rose…