Due i “colpi” in trasferta. Un terzetto guida la classifica: insieme ad Oderzo, ci sono Jadran Trieste e Sistema Pordenone.

0
27

La 2. giornata di campionato, nella quale si registrano due “colpi” in trasferta entrambi sul litorale veneziano (quelli del Bassano a Jesolo e dello Jadran Trieste a Caorle), ha avuto l’effetto di produrre la prima “scrematura”. In vetta alla classifica, infatti, sono rimaste soltanto in tre squadre: oltre alla corazzata Oderzo, lo stesso Jadran ed il neopromosso Sistema Pordenone.

Iniziamo proprio da quest’ultima, che tale è solo sulla carta (visto l’enorme potenziale di cui dispone), visto che ha anche chiuso il secondo turno con la gara fissata nell’insolita collocazione della domenica sera (palla a due alle ore 20). La formazione del navigato Marzio Longhin (Colamarino 20, Truccolo 19) si è imposta per 85-76, ma in modo decisamente più autorevole di quanto non dica il +9 del risultato finale, sulla Guerriero Ubp. Pordenone, nelle cui fila hanno chiuso in doppia cifra anche Buscaino (12) e Vendramelli (11), dopo un primo tempo in equilibrio (l’ultima parità sul 47-47 al 24′) ha raggiunto il suo massimo vantaggio sul +20 al 32′ (75-55). Ai biancoscudati, che hanno scontato la serata storta del loro capitano Andreaus (4 punti con 1/7 dal campo), non sono bastati Chinellato (23 punti), Scattolin (19) ed Andrea Campiello (11).

La Sporting Club Oderzo si è imposta sulla Codroipese per 71-55, allungando però soltanto nella ripresa (18-18 e 37-36 i parziali dei primi due quarti). Completa il terzetto di testa, come ricordato, lo Jadran Trieste che ha espugnato per 83-68 il campo del Bvo Caorle: questa, nonostante le dichiarate ambizioni della vigilia, è ancora ferma al palo.

L’altro successo esterno del turno, invece, è stato ottenuto dalla giovane Orange1 Oxygen Bassano per 71-61 sul campo del Bc Jesolo. Proprio le due veneziane (Jesolo e Caorle) sono tra le quattro squadre in fondo alla classifica: insieme a loro, Montebelluna e With-U Verona sconfitte entrambe in trasferta. La prima (Jovancic e Sacchet 20) ha ceduto le armi per 82-75 al PalaBerta di Montegrotto Terme, dopo aver toccato il +15 sul finire della terza frazione: per il Bam, che ha così festeggiato nel suo esordio casalingo assoluto nella categoria, oltre ai veterani Benfatto (20 punti) e Sabbadin (11) è risultato decisivo il giovane play del ’99, scuola Vigodarzere, Matteo Meneghetti (18, nella foto credit Paccagnella) e soprattutto la zona. La Cestistica, invece, ha perso per 84-64 a Riese lo spareggio-salvezza con The Team. L’atteso e combattuto derby veneziano, infine, è stato a favore della Gemini Murano di Andrea Ferraboschi (Palavra 23, Carrara 15) per 75-69 sulla Vetorix Mirano (Vit 17, Serena 14 e Bonivento 10).