“Padova meets Vancouver”. Gemellaggio tra l’Ateneo Patavino e la University of British Columbia nel nome dello Sport.

0
25

Padova meets Vancouver”. Questo l’evento che, organizzato dall’Università degli Studi di Padova in collaborazione con la University of British Columbia ed il patrocinio della Fip regionale, è stato presentato ieri mattina al Bo’.

Un evento che vede assoluto protagonista anche lo sport. A Padova, infatti, sono arrivate le squadre canadesi di basket femminile e pallavolo maschile della UBC coinvolta, in un accordo bilaterale con l’Ateneo Patavino, i diversi ambiti. Dopo un momento istituzionale, per l’incontro tra una delegazione dell’Università canadese guidata da Murali Chandrashekaran, il rettore dell’Università di Padova ed i rappresentanti di scuole e dipartimenti Unipd per discutere di collaborazioni scientifiche, le due squadre si sono riunite in occasione dell’incontro University of Padova meets UBC in sport.

L’evento ha voluto promuovere l’iniziativa “doppia carriera studente-atleta”: un progetto che vede l’Università di Padova da tempo fortemente impegnata e che prevede il riconoscimento della doppia carriera di studentesse e studenti anche come sportivi, prassi ormai consolidata nei college canadesi e americani. «Questo è un progetto particolarmente innovativo – ha spiegato Alessandro Paccagnella prorettore alle relazioni internazionali – che punta ad allineare il nostro Ateneo a molte realtà nord americane dove l’attenzione verso atlete e atleti che desiderano studiare è altissima; in questo caso Padova è all’avanguardia e vanta un progetto di grandissime dimensioni». «L’idea – ha raccontato Antonio Paoli, delegato a progetto per sport, benessere e merchandising – è di creare uno scambio non solo accademico ma legato anche al mondo dello sport. L’accordo infatti prevede per le studentesse e gli studenti canadesi che vengono da noi, incontri sportivi ma anche brevi lezioni sulla storia di Padova, della nostra Università e dello sport. Vogliamo unire la formazione allo sport perché crediamo fortemente che lo sport sia per prima cosa, formazione».

Fino a venerdì, dunque, gli atleti e le atlete delle squadre canadesi di basket femminile e di volley maschile seguiranno un programma di training fisico-tecnico (gli allenamenti sono a porte aperte: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 11.30 nella Palestra del Cus di via Giordano Bruno 27) ed una serie di lezioni tenute da docenti dell’Università di Padova.

La sera, invece, alternando basket e volley sono in programma partite amichevoli (ad ingresso gratuito): dopo quella che ieri ha visto impegnate le Lupe San Martino al PalaBerta di Montegrotto Terme, domani sempre al PalaBerta si replicherà con Sarcedo per chiudere poi alla grande venerdì, alla Casa del Fanciullo (in zona Prato della Valle), con volley e basket, nel match Padova meets UBC Thunderbirds Vancouver che vedrà coinvolta anche la Reyer Venezia. Lo staff tecnico canadese si è detto anche molto interessato ad incontrare allenatori e giocatori italiani, per un confronto sui metodi di allenamento e tecniche di gioco.

A3_volantino_PDmeetsBritishColumbia