Clamoroso al PalaVega di Trivignano! Ieri sera la Ciemme Mestre è stata sconfitta per 90-77 dalla Pontoni Monfalcone nella gara-1 della finale promozione. “Bravi muli… Cuore, testa, squadra!” capeggiava, subito dopo la gara, sulla pagina Facebook ufficiale della Falconstar (che, per la cronaca, manca dalla serie B da ben otto anni).

La formazione di Fabio Volpato, che fin qui aveva perso una sola gara in questa stagione, è sempre stata costretta ad inseguire: 26-15 al termine del primo quarto, -12 all’intervallo (48-36). I giuliani, infatti, oltre ad avere una leggera prevalenza a rimbalzo (34 a 30) sono stati supportati da percentuali di tiro decisamente migliori: un sontuoso 81% da due ed il 30% da tre punti. Nelle loro fila, un quartetto di giocatori ha chiuso in doppia cifra: Bonetta 24 punti (con 3/3 da due e 6/9 da tre), Colli e Skerbec 17 a testa, Kavgic 10. Tra i padroni di casa, invece, il miglior marcatore è risultato Basso con 22 punti (7/8 da due e 2/6 da tre ma anche… solo 2/7 ai liberi).

I Grifoni mestrini, dopo una stagione letteralmente dominata, si trovano così già “spalle al muro”. Per non rischiare di essere beffati per la seconda stagione consecutiva (l’anno scorso nella volata finale della sfida con la Rucker Sanve), giovedì sera alla Polifunzionale di via Baden Powell a Monfalcone (ore 20.30) dovranno intanto provare a prolungare la serie.

Appaiono così davvero profetiche le parole giunte alla vigilia da ambo le parti. “Ci saranno la prima e la seconda forza del campionato ad affrontarsi – osservava il direttore sportivo mestrino Samuele Marton, e se non ci fossimo stati noi sarebbe stata Monfalcone a guadagnare il titolo di dominatrice del campionato”. “Quest’ultimo atto arriva al termine di un percorso si può dire lungo 2 anni – aveva spiegato il coach bisiaco Gigi Tomasi –: lo scorso anno eravamo cresciuti arrivando fino alla semifinale, quest’anno possiamo essere protagonisti in finale. Farlo da secondi classificati in regular season e potercela giocare contro l’unica squadra che è stata capace di fare meglio di noi quest’anno rende ancora più speciale questo evento. Ci porteremo in questa serie finale tutta la serenità che ci siamo guadagnati arrivati fin qui”.