Presentato il progetto di riqualificazione del campo da basket di Via delle Querce a Castelfranco

0
45

Lo scorso venerdì, presso la sala consiliare del Comune di Castelfranco Veneto, è stato presentato il progetto di riqualificazione del campo da basket di Via delle Querce a Castelfranco, promosso dalla Pallacanestro Castelfranco 1952.

A fare gli onori di casa, l’Assessore allo Sport Gianluca Didonè«A novembre 2018 abbiamo approvato il regolamento sulla collaborazione tra cittadini e l’Amministrazione per la cura e la gestione condivisa di spazi comuni. La Pallacanestro Castelfranco 1952 è stata una delle prime ad avanzare una proposta, e per noi è un segno importante, che speriamo possa essere da esempio».

Il campo sarà allargato per essere portato alle misure regolamentari, saranno installati dei canestri regolabili per le attività di basket e minibasket, e saranno rifatte linee e tinteggiatura. Prevista anche la realizzazione di un cavidotto per installare in futuro un eventuale impianto di illuminazione. I lavori, che si svolgeranno durante l’estate, saranno seguiti da varie imprese (con un contributo anche da parte del Comune per l’acquisto dei canestri e del colore), ma anche con l’aiuto di volontari e genitori.

Un aspetto che l’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Filippetto ci tiene ad evidenziare: «Questo senso di collaborazione tra cittadini e Amministrazione è una delle cose più belle di questa iniziativa. Credo non ci sia migliore opportunità di questa per iniziare, perché coniuga lo sport, i giovani e il senso civico dei cittadini».

«Ci teniamo a ringraziare l’Amministrazione Comunale e gli uffici di competenza per questa opportunità che ci hanno dato – ha spiegato l’Architetto Gianluca Pelloia, presidente della PC1952, che seguirà in prima persona i lavori – Il fatto di partecipare come associazione sportiva non solo all’attività agonistica, ma anche allo sviluppo del territorio in cui si opera, è uno dei punti cardine del nostro pensiero. E questo progetto si sposa perfettamente con la nostra filosofia».

Il presidente ha spiegato anche uno degli aspetti più curiosi dietro a questa iniziativa: «L’idea è stata condivisa con tre nostri soci speciali, castellani classe 1937 che sono stati fra i primi giocatori di pallacanestro a Castelfranco nel 1952: Gianni Fabrin, Franco Brusatin e Carlo Lai. Quest’ultimo, che da sessant’anni vive in Australia, ogni tanto torna e ci ha tenuto in modo particolare a contribuire al progetto, per dare ai giovani uno spazio all’aperto in cui giocare, proprio come facevano loro negli anni ’50».

La PC1952 organizzerà sul campo degli eventi, allenamenti e attività per i suoi atleti. Ma allo stesso tempo, è giusto sottolinearlo, il campo rimarrà sempre aperto a tutti i cittadini che vorranno utilizzarlo. Uno degli obiettivi, infatti, è proprio quello di avvicinare i giovani alla disciplina della pallacanestro, offrendo loro un contesto adeguato e sicuro in cui divertirsi.