I risultati della 1^giornata C Gold e C Silver

0
145

Si è alzato il sipario sulla stgione 2018/2019 dei campionati di serie C Gold e C Silver. Ecco tutti i risultati

C GOLD

LATTE BLANC Udine – THE TEAM 60 – 62 (nel video l’ultimo attacco decisivo)

JADRAN TRIESTE – VIGOR CONEGLIANO 77 – 84

CENTRO SEDIA BASKET – GEMINI Murano 87 – 56
(26-13, 47-26, 64-41)
CALLIGARIS CSB CORNO DI ROSAZZO: Umberto Nobile 12, Zacchetti 7, Macaro 14, Franz 6, Leo Poboni 4, Max Moretti 6, Alessio Gallizia, Tommaso Gallizia 4, Matija Batich 2, Bacchin 17, Franco 15, Sandrino. Coach Zuppi.
GEMINI VIRTUS MURANO: Chiorri 12, Foltran 2, Causin 19, Tosi, Stanzani 1, Cagnoni 5, Sambucco, Pettenò 14, Cresnar 3; non entrati: Scarpa e Varagic. Coach Ferraboschi.
Arbitri Bastianel e Tramontini.
La Calligaris Csb Corno di Rosazzo debutta in modo veemente nella C Gold 2018-19, battendo 87-56 la neopromossa Murano. Diciamo che i friulani disputano la migliore partita del loro… precampionato. Si perché gli alti e bassi denotati nelle amichevoli sono stati spazzati via in 40 minuti. Quattro giocatori in doppia cifra e a segno anche i debuttanti Tommy Gallizia (classe 2000) e Leo Poboni (2002): questo il biglietto da visita del Csb.

ODERZO Basket – PONTONI Monfalcone 84 – 69
(21-18; 32-40; 57-61)
ODERZO: Verso, Valesin 10, Ongaro, Barraz 3, Tracchi 14, Cancian, Ibarra 19, Infanti 11, De Min 16, Zamattio 2, Sanad, Zambon 9. All. Steffé
MONFALCONE: Tossut, Tonetti 15, Scutiero 5, Schina 1, Bonetta 17, Rorato 5, Soncin, Colli 13, Cossaro, Skerbec 13. All. Tomasi
Arbitri: Bortolotto e Peretti
Strappa due punti importanti quanto difficili l’Oderzo Basket nella prima di campionato al PalaOpitergium contro i cantierini di coach Gigi Tomasi, giunti in riva al Monticano senza il neo acquisto Kavgic.
Coach Steffè manda subito in campo l’ultimo arrivato Davide Zambon, con Tracchi e Infanti esterni e Valesin e De Min a completare lo starting five, mentre Tomasi si affida a Scutiero, Bonetta, Schina, Skerbec e Colli. Il primo canestro della stagione lo firma proprio il lungo ex Orzinuovi cui risponde dai 6.75 Bonetta, la Falconstar sfrutta la velocità di pensiero di Scutiero che disegna due contropiedi per il primo vantaggio esterno (5-7). Si gioca a viso aperto con gli attacchi a prevalere su difese ancora incerte e poco aggressive in cui si esaltano De Min (8) da una parte e Colli (7) dall’altra. Una tripla di Valesin fissa il 21-18 dopo i primi dieci minuti.
Alla tripla di Tonetti in apertura di quarto, Infanti risponde con 5 punti consecutivi (26-21) ma la Falconstar piazza un mini parziale di 6-0 grazie alle iniziative di Rorato e Skerbec, con Zambon che blocca il tentativo di allungo ospite e Infanti che recupera in difesa per firmare il -1 (31-30), prima di vedersi fischiato un fallo tecnico per proteste dopo il suo terzo fallo personale. Qui l’OB si disunisce e Monfalcone ne approfitta per piazzare con Scutiero e Schina un 8-0 che chiude il primo tempo sul 32-40.
C’è bisogno di una reazione e a guidarla è capitan Ibarra che dopo la tripla di Scutiero decide che è ora di suonare la carica: con una tripla e un coast to coast al ferro più fallo, il numero 12 porta l’OB al -5 (40-45), Monfalcone è solida e risponde con un 6-0 che riporta il gap di nuovo in doppia cifra (40-51) al quarto minuto. Di nuovo Ibarra, insieme a Valesin, si iscrive a referto ma Tonetti è in serata di grazia e continua a far male dall’arco, Tracchi dà ossigeno e soprattutto firma una tripla che scuote squadra e risveglia i sostenitori biancorossi. Con Zambon di nuovo in campo e Ibarra che diventa un fattore difensivo decisivo, recuperando palloni con un’intensità contagiosa, l’OB risale con i liberi di Zambon e Valesin e chiude la terza frazione sotto di 4 (57-61). L’aggancio a quota 61 arriva con un canestro di Thomas De Min, ma dopo un minuto Oderzo perde Infanti che colleziona il secondo fallo tecnico ed esce dal match. Qui la formazione di Steffè potrebbe subire il colpo ed invece si compatta, reagisce da grande squadra e nella difficoltà trova coraggio e fiducia, Tracchi segna e fa segnare da 3 liberando in angolo De Min, l’inerzia del match cambia e coach Tomasi è costretto a chiamare time out. La sospensione non leva ritmo ai padroni di casa perché Tracchi colpisce ancora con un arcobaleno e Zambon sale in cielo per il tap in del +9. Dopo aver corso e tenuto un ritmo decisamente alto, ora Monfalcone appare stanca mentre l’OB aumenta il ritmo senza cali di tensione per mettere in cassaforte con Barraz e Ibarra due punti sudati e meritati alla prima stagionale.

ORANGE1 BASSANO – ARCIA MORENO 1947 ARZIGNANO 95-59

EUROPE ENERGY VERONA – GRUPPO SME CAORLE 70-58

MONTEBELLUNA BK – SECIS JESOLO 77 – 66

GUERRIERO PADOVA – BASKET MESTRE 1958 83 – 112
Se il buongiorno si vede dal mattino… Un Ciemme Mestre devastante inizia come meglio non poteva il suo campionato, espugnando il parquet del Guerriero Padova con un perentorio 112-83. Match in pieno controllo sin dall’avvio (37-19 il primo periodo) e poi tenuto saldamente in pugno (59-38 e 89-54 nel secondo e terzo parziale). Top scorer dell’incontro Mise Diminic, che conclude la sua gara con 31 punti (10/12 da due, 2/3 al perimetro, 5/5 ai liberi), seguito a ruota da capitan Salvato(22).

LA CLASSIFICA:
The Team 2, Vigor Conegliano 2, Centro Sedia Basket 2, Basket Oderzo 2, Montebelluna Bk 2, Europe Energy verona 2, Orange Bassano 2, Basket Mestre 2, Latte Blanc Udine 0, Jadran Trieste 0, Gemini Murano 0, Pontoni Monfalcon3 0, Secis Jesolo 0, Gruppo Sme Caorle 0, Garcia Moreno 0, Guerriero Padova 0.

C SILVER

Spresiano – BAM 53-71
(13-9; 24-31; 32-48)
BASKET SPRESIANO MASERADA: Ardit 12, Bordignon, Colladon 4, Cesero 6, Pozzebon 6, Lena, Lorenzetto 14, Botti 2, Schiavon 4, Zambon 2, Girardi, Legnaro 2. All. Giordano
Tiri liberi: 9/13
BASKET ABANO MONTEGROTTO: Baccarin n.e., Bonetto 9, Gallo 19, Pasqualin n.e., Meneghetti, Lazzarini 5, Meneghin 8, Zanardi 3, Garbo n.e., Badon 4, Rizzi 7, Cecchinato 16. All. Anselmi
Tiri liberi: 23/32
Partita in casa di una agguerrita neopromossa. Roster di esperienza e con caratteristiche tecnico tattiche molto diverse dalle nostre. Questo ha fatto sì che la differenza la facesse la disciplina ad applicare i propri principi. All’inizio Spresiano è stata più brava e più costante a far valere le proprie peculiarità. Il BAM sull’inerzia del canestro allo scadere di capitan Lazzarini prendeva le misure e riusciva a ribaltare il punteggio. La costanza di atteggiamento nel secondo tempo ha permesso di dilatare lo scarto nel punteggio anche di fronte ai cambi tattici della squadra avversaria.

Resana 67 – Playbasket 62

Istrana 75 Dueville 69

Salzano – Altavilla 72-68

Peschiera – Mirano 58- 67

Virtus Lido – Felmac Limena 52-58

Cittadella – Roncade 62-73

Riposo: Pall. Ormelle

LA CLASSIFICA
BAM 2, Resana 2, Istrana 2, Salzano 2, Mirano 2, Limena 2, Roncade 2, Spresiano 0, Playbasket 0, Dueville 0, Altavilla 0, Peschiera 0, Virtus Lido 0, Cittadella 0, Ormelle 0.