Gli Oscar del basket padovano

0
327

Il basket padovano ha celebrato i suoi… Oscar! Ieri mattina nella sala comunale dell’ex Fornace Carotta, organizzati da tre volti “noti” del basket padovano – il fondatore degli over 40 Stingers Old Saccisica Rolando Marchi, l’attuale direttore sportivo dell’Unione Basket Padova Ferdinando Mozzo e il dirigente Maurizio Fusaro – con il patrocinio della Fip e del Comune di Padova (nell’occasione rappresentate, rispettivamente, dal consigliere provinciale Biagio De Salvo e dall’assessore allo sport Diego Bonavina), si è tenuta infatti la 2. edizione degli “Oscar del Basket Padovano”.

La kermesse, attraverso i premi ed altri riconoscimenti sponsorizzati “Carrozzeria Santa Croce”, intende celebrare appunto la stagione del basket locale. Due giornalisti della stampa specializzata locale (Giovanni Pellecchia per “Il Gazzettino” e Mattia Rossetta per il “Mattino di Padova”) hanno indicato agli organizzatori una triade di nominativi per ciascuna categoria. Che sono in totale tre, ognuna sia nel maschile che nel femminile: Miglior giocatore senior; Miglior giocatore junior; Miglior allenatore. Due premi speciali, invece, sono andati ad Andrea De Nicolao e Maurizio Buscaglia, ovvero play padovano della Umana Reyer Venezia e il coach (padovano d’adozione e di residenza) della Dolomiti Energia Aquila Trento. Che, ambasciatori del basket padovano a livello nazionale ed impegnati proprio a partire dal fine settimana con le loro squadre nei play off scudetto, sono stati assenti giustificati. Rappresentati, rispettivamente, dal papà Stefano (nella società del quale, la Pallacanestro Vigodarzere, Andrea ha mosso i primi passi) e da Tino Franzini, storico assistente di Buscaglia ai tempi di Piove di Sacco. Quest’ultimo ha voluto far pervenire agli organizzatori anche un file audio: “Personalmente vorrei ringraziare – si ascoltava –, perchè è un premio che mi fa enormemente piacere soprattutto perchè viene dalla pallacanestro padovana. Dispiace non esserci, però ringrazio l’organizzazione e coloro che hanno deciso di darmelo. Spero ci sarà occasione, se non altro, per un saluto più avanti”.

Altri riconoscimenti sono andati ad alcuni dirigenti storici del basket locale: Eugenio Papa, vice-presidente della Virtus società di punta del movimento che milita in serie B; Vittorio Giuriati, presidente delle Lupe San Martino di Lupari; Francesco Duso, attuale team manager del Bam Abano Montegrotto (ma in passato, a sua volta, sia nella Virtus che nel Petrarca); e Fabio Fabiano, decano degli allenatori del Petrarca. Sono stati premiati, inoltre, per il Basket in carrozzina: Chiara Coltri, del Cus Padova Antenore Energia; e Nicola Favretto, del Padova Millennium Onlus. E per il Baskin, il dirigente organizzatore Massimo Caiolo.

Gli “Oscar del Basket Padovano”.

MASCHILE. Miglior giocatore senior: Filippo Sabbadin, Guerriero Ubp (Serie C Gold). Miglior giocatore junior: Pietro Meneghin, Albignasego (C Silver). Miglior allenatore: Gianluca Bertini, Battaglia Terme (Prima Divisione).

FEMMINILE. Miglior giocatrice senior: Giada Colombo, Guerriero Pf Cadelfa (Serie B). Miglior giocatrice junior: Jasmine Keys (Lupe San Martino). Miglior allenatore: Enrico Valentini (Lupe San Martino).