Join the game 2018, al via la corsa allo scudetto del basket 3vs3

0
88

La lunga corsa verso il tricolore sta per iniziare. Domenica 25 febbraio scatta la 16° edizione di Join The Game, il campionato nazionale di basket 3vs3 dedicato alle categoria Under13 e Under14 maschili e femminili, organizzato da Verde Sport, braccio operativo in campo sportivo del Gruppo Benetton e da Federazione Italiana Pallacanestro.

Join the Game è una delle manifestazioni più imponenti nel panorama sportivo giovanile italiano, per la formula innovativa (si gioca in tre fine settimana, da febbraio a fine maggio, in contemporanea in tutta Italia) e per il fascino che il basket 3 contro 3, tipica espressione della pallacanestro di strada che si gioca in una metà campo e con tempi molto concentrati, ha sui giovanissimi. A dirlo sono i numeri e le presenze impressionanti: praticamente tutta la “tribù” del basket giovanile nazionale partecipa a questo torneo.

Da Venezia a Verona saranno quasi 900 le squadre e 3400 i ragazzi e le ragazze della nostra regione che scenderanno in campo nelle varie province: il record di iscritti va a Padova, con 206 squadre partecipanti e 721 atleti/e. Sul secondo scalino del podio ecco Treviso, con 190 squadre e 700 iscritti, a seguire troviamo Vicenza (182 squadre e 710 atleti), Venezia (171 squadre per 690 iscritti), Verona (117 squadre e 470 atleti), con Rovigo e Belluno a chiude i conti con circa 50 squadre.

Numeri in costante aumento nella nostra regione, a conferma dell’ottimo lavoro svolto dalle società del territorio specialmente sui più giovani che scenderanno in campo contemporaneamente in tutti i capoluoghi di provincia della Penisola, per cullare il sogno di cucirsi al petto lo scudetto del basket 3 contro 3, nelle 4 categorie: Under 13 ed Under 14, maschile e femminile.

 SI GIOCA IN TUTTA ITALIA, CONTEMPORANEAMENTE – Ma soprattutto è l’unica manifestazione che mette in palio lo scudetto Under 13 e Under 14 del 3 contro 3, da poco riconosciuto come disciplina olimpica, appassionando tutte le regioni d’Italia, con una macchina organizzativa che coinvolge tutti i Comitati Regionali della FIP in collaborazione con Verde Sport.

LA FORMULA E LE DATE – Domenica 25 febbraio il primo round di Join the Game: la fase provinciale. In Veneto si gioca nelle seguenti strutture:

  • VENEZIA: Storica MARTELLAGO, Pal. Moderna MARTELLAGO, PalaPM SALZANO, Palestra Sc.El. ‘Azzolini’ MIRANO
  • TREVISO: PalaPace CORNUDA, Palestra Comunale CROCETTA DEL MONTELLO, Palestra Scuole Medie MASER, Pattinodromo CROCETTA DEL MONTELLO
  • PADOVA: Palestre Alpi e Romero in via Verdi a Limena (PD), palestra Travain presso il Centro Sportivo Brentella a Padova
  • VICENZA: Piazza Libertà ALTAVILLA, Palasport – Via Stadio (n° 6) Palestra S.M. (n° 4) CAMISANO VICENTINO, Palestra Sc.El.-Via T. Vecellio SARCEDO, Palestra Collodi MONTECCHIO MAGGIORE
  • VERONA: Gazzo V.se, Legnago, Bovolone, Cerea, Belfiore, San Bonifacio, Soave, Alpo di Villafranca

Dei 3400 partecipanti, suddivisi in squadre da 4 giocatori che giocheranno le eliminatorie in partite della durata di 5 minuti reali, soltanto 600 avranno accesso alla fase regionale, in programma domenica 18 marzo a Verona.

I vincenti, 8 ragazzi e 8 ragazze Under 13 ed Under 14, saranno di scena a Jesolo (Venezia) per le finali che assegneranno il tricolore, venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 maggio prossimi: in palio, nella famosa località balneare veneziana, i 4 scudetti per le categorie coinvolte in Join the Game.

L’edizione 2018 del Join the Game è stata presentata alla presenza del presidente della Fip, Gianni Petrucci, in Veneto per seguire la Nazionale.

Sono molto legato alla famiglia Benetton – ha detto il Presidente Fip Giovanni Petruccifin dal primo incontro con Gilberto quando ero Segretario Generale in Fip. La sua uscita dal mondo del basket mi ha rattristato molto ma vedo che a Treviso il basket è ancora molto amato. Il Join The Game è una bella realtà e la Fip sta investendo molto sul 3X3 anche per coltivare il sogno olimpico visto che il CIO lo ha inserito nelle discipline a cinque cerchi dal 2020. Noi ci crediamo perché questa disciplina è bella, affascinante e semplice. In bocca al lupo a tutti i ragazzi e le ragazze che parteciperanno”.

Abbiamo colto al volo la presenza della Nazionale qui a Treviso – ha detto Enrico Castorina, amministratore delegato di Verde Sportper presentare l’edizione 2018 del Join The Game che parte domenica prossima. Un torneo importantissimo a livello giovanile con ritmi intensi, formula snella e tre step a livello provinciale, regionale e nazionale, che per il quarto anno sarà a Jesolo. Il torneo ha un forte impatto sociale e teniamo molto al fair play in campo e fuori. Molti giocatori che oggi giocano in Nazionale in passato hanno partecipato al Join The Game e speriamo che in futuro molti altri ragazzi possano passare dal Join The Game alla canotta Azzurra”.

«Anche quest’anno il Veneto e le sue società hanno dato un’ottima risposta in termini di partecipazione ­– ha detto il presidente del Comitato Regionale Fip Veneto, Roberto Nardi – e questo ci fa enorme piacere, considerando che il 3contro3 è diventata disciplina olimpica. Per noi il Join the Game ha un doppio valore, visto che proprio da questa regione è partita l’avventura di questo torneo sedici anni fa. E sarà un grande onore poter ospitare anche quest’anno la Fase Nazionale a Jesolo. Inoltre, lanceremo a breve anche il 3vs3 anche per le categorie Under 16 e Under 18 nella nostra regione per coinvolgere a 360 gradi tutti gli atleti e le atlete».

«Per la nostra famiglia investire nello sport ha sempre avuto un forte significato sociale spiega Christian Benetton, Vice Presidente di Verde Sport con l’obiettivo di rafforzare la diffusione della pratica sportiva e dei suoi valori tra i giovani. Dapprima a Treviso, con La Ghirada, la Città dello Sport frequentata da migliaia di persone ogni giorno, quindi con progetti su scala nazionale: Join the Game è sicuramente una delle massime espressioni del nostro impegno sportivo e sociale e siamo  orgogliosi che la Federazione Italiana Pallacanestro abbia voluto condividere questa avventura con noi e con i partner, ormai storici, che ci sostengono».